“Si io sono circonciso ed ebreo. Orgogliosamente. Massimo Corsaro invece esprime oggi il peggio dell’antisemitismo di stampo fascista con questo post. Mi dispiace per mio padre e per tutti quelli che per via della circoncisione sono stati torturati, massacrati o uccisi. Mi dispiace che la mia battaglia culturale non sia stata abbastanza forte contro tutti questi. Non mi farete tacere”, sono queste le parole pronunciate dall’Onorevole Fiano, autore della discussa legge sul antifascismo, a seguito dell’infelice battuta dell’onorevole Massimo Corsaro che su un post di facebook ha affermato “le sopracciglia le porta così per coprire i segni della circoncisione”. L’autore del commento sui social è un deputato del gruppo di Raffaele Fitto, Massimo Corsaro, un passato in Alleanza nazionale.

E il leader del Partito democratico, Matteo Renzi, ha risposto immediatamente alle parole di Fiano: “Chi lo insulta per la sua religione”, scrive su Twitter l’ex premier, “insulta ciascuno di noi. Corsaro si dimetta, se sa cos’è la dignità #iostoconlele”.
La proposta di legge Fiano, che si propone di inasprire le pene per la propaganda di stampo nazi-fascista, è in discussione alla Camera. È sostenuta dal Pd e dalla sinistra, contro il testo si sono espressi il Movimento 5 Stelle, che l’ha definito “liberticida”, e la Lega.

Commenti

commenti

CONDIVIDI