Trump il sessista: il confine labile tra complimento ed offesa

0
Photo credit: La Gazzetta di Parma http://www.gazzettadiparma.it/gallery/news/447620/trump-a-parigi-per-l-incontro-con-macron-melania-in-visita-all-ospedale.html#1

Nell’era del politically correct, Donald Trump svetta su tutti come icona sessista ed anticonformista. Già in passato era stato aspramente criticato per alcune affermazioni pesanti nei confronti di alcune signore.

In un video diffuso dal Washington Post risalente al 2005 parlava del fallito tentativo di sedurre una donna, il cui nome è silenziato. In merito diceva: “Ci ho provato, ma non è andata“, ed aggiungeva: “Quando sei una star le donne te lo lasciano fare”.

In un’intervista con una giornalista del New York Times, aveva detto nel 2015 che la top model Heidi Klum aveva perso punti nella sua scala di preferenze, affermando “Heidi Klum purtroppo non è un dieci“.

A giugno di quest’anno si era rivolto a Mika Brzezinski, figlia di Zbigniew (consigliere di Jimmy Carter per la sicurezza nazionale di recente venuto a mancare) con l’epiteto “matta con basso quoziente intellettivo” (“low I.Q. Crazy Mika”) e dicendo che “sanguinava per il lifting” (“She was bleeding badly from a face-lift”).

Infine, sempre a giugno Caitriona Perry, giornalista irlandese, si era sentita rivolgere tali parole: “Vieni avanti. Di dove sei? Abbiamo della stampa irlandese bellissima”, per poi dire telefonicamente al premier irlandese “Ha un bel sorriso, scommetto che ti tratta bene”.

Ma l’ultima bravata è stata commessa da Trump ieri al termine di un tour presso l’Hotel des Invalides, dove è seppellito Napoleone Bonaparte e altri eroi della storia di Francia. Con la frase “Sei in gran formail presidente americano ha lodato Brigitte Macron: un apprezzamento apparentemente innocente, trasmesso in diretta Facebook dall’account ufficiale del presidente Macron. Però il complimento ha sollevato un polverone tra gli utenti dei social, che vi hanno letto l’ennesimo affronto al regno femminile, accusandolo nuovamente di sessismo.

Tralasciando il fatto che si è trattato di un semplice complimento di cortesia, un commento sul fisico della premiere dame dovrebbe essere espresso da tutte le riviste patinate. Il fisico di Miss Macron è invidiabile, pur avendo una certa età; inoltre il tycoon ha sempre avuto al suo fianco donne di incredibile bellezza (Melania Knauss, ma anche Ivana Trump e Marla Maples). Un complimento da parte di Donald Trump è dunque probabilmente da considerare più che apprezzabile.

A quanto pare nel 2017 fare un complimento è invece giudicato tanto sessista quanto sedersi a gambe aperte sulla metro – fenomeno del manspreading, tanto denunciato in Spagna. L’indipendenza della donna le si sta rivoltando contro: a forza di accuse di femminismo, una rosa rossa ricorderà probabilmente il ciclo mestruale, un baciamano sarà un’ottusità medievale e le mamme che regaleranno Barbie alle proprie figlie saranno accusate di volerle crescere per forza come femminucce, senza dar loro la possibilità di scegliere che gender vogliono coltivare. Forse bisognerebbe distinguere la galanteria dall’offesa al genere femminile.

Di Silvia Vazzana

Commenti

commenti

CONDIVIDI
Silvia Vazzana
È nata nel 1997 a Reggio Calabria, ma da sempre vive a Trento. Iscritta al primo anno di Studi Storici e Filologico-Letterari (carriera tipo Lettere Moderne), fin da piccola ha amato la letteratura italiana ed ha provato ad emularla. Credente. Il suo blog di scrittura creativa è Compagna di Viaggio, con l’obiettivo di aprire gli occhi anche sulla narrativa, facendo ridere e riflettere con essa. Un viaggio assieme.